Home / Uncategorized / Lotta contro i ritardi nei pagamenti

Lotta contro i ritardi nei pagamenti

LOTTA CONTRO I RITARDI NEI PAGAMENTI. QUALI SONO LE NOVITA’?

Importanti novità sono state introdotte, in materia di lotta contro i ritardi nei pagamenti nelle transazioni commerciali, con il Decreto Legislativo n. 192 del 9 novembre 2012, che modifica il Decreto Legislativo n. 231 del 9 ottobre 2002, e che recepisce integralmente la Direttiva dell’Unione Europea n. 2011/7/UE.

COSA CAMBIA OGGI?

1. Cambia il termine entro il quale effettuare i pagamenti:

a) il termine di pagamento è fissato in 30 giorni, decorrenti:

– dalla data di ricevimento da parte del debitore della fattura o di una richiesta di pagamento di contenuto equivalente;

– dalla data di ricevimento delle merci o dalla data di prestazione dei servizi, quando non è certa la data di ricevimento della fattura da parte del debitore;

– dalla data dell’accettazione o della verfiica, ove previste dal contratto, ai fini dell’accertamento della conformità della merce o dei servizi alle previsioni contrattuali.

b) Le parti possono convenire un termine di pagamento superiore ai trenta giorni. Tuttavia, nel caso di termine superiore ai 60 giorni, questo deve essere espressamente pattuito per iscritto.

2) Cambia la modalità di costituzione in mora del debitore:

il mancato pagamento entro il termine previsto comporta automaticamente la costitutzione in mora del debitore, senza necessità di alcuna comunicazione formale.

Ciò comporta l’automatica decorrenza degli interessi di mora dalla scadenza del termine di pagamento. Gli interessi di mora vanno calcolati secondo il tasso legale di riferimento aumentato ora ad otto punti percentuali.

3) E’ previsto ora il diritto del creditore di ottenere il risarcimento del danno nella misura forfettaria di euro 40, fatto salva la prova del maggior danno ed oltre al rimborso dei costi per le spese di recupero delle somme non tempestivamente corrisposte.

QUALE E’ L’AMBITO DI APPLICAZIONE DELLA NUOVA DISCIPLINA?

La nuova disciplina si applica alle transazioni commerciali tra imprese ed anche a quelle tra imprese e Pubblica Amministrazione, purchè abbiano ad oggetto la corresponsione di un prezzo per la consegna di merci o per la prestazione di servizi.

La Pubblica Amministrazione si conferma come peggiore pagatore rispetto agli altri Stati membri. Ed infatti, in Italia i tempi di pagamento sono di oltre 180 giorni, mentre in Germania si aggirano intorno a 35 giorni.

DA QUANDO SI APPLICANO LE NOVITA’?

La nuova disciplina si applica a partire dal 1 gennaio 2013, data di entrata in vigore del Decreto Legislativo n. 192 del 9 novembre 2012.

One thought on “Lotta contro i ritardi nei pagamenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top